ATTIVITÀ IISL

Nel quadro del progetto “Concert-Eaux” il partner IISL svolge numerose attività,  anche in collaborazione con il DST-UNIFI – Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze.

Attività previste dal Protocollo di Intesa Transfrontaliero per il bacino idrografico del Fiume Roia e dei suoi affluenti – Segreteria Tecnica del Protocollo.

A IISL è stato affidato il compito di attivare la Segreteria Tecnica del Protocollo Transfrontaliero, per predisporre un’istruttoria verso un Contratto di Fiume italo-francese per il bacino idrografico del Roia e verificare le modalità di costituzione  di un GECT – Gruppo Europeo Cooperazione Territoriale in quest’area.

Campagna di informazione e divulgazione sul Laboratorio Microclimatico Alpino (LAMA).

Il sottobacino idrografico dell’affluente Bendola, in territorio francese, i ricercatori di UNIGE e del CNRS, anche in collaborazione con la Società francese NOVIMET, hanno installato alcuni sensori climatici e meteorologici per studiarne il clima in dettaglio ed ottenere utili indicazioni sugli impatti dei cambiamenti climatici sui sistemi naturali.

WP2_2.c

Monete-01

Organizzazione di un workshop sulle conseguenze socio-economiche dei cambiamenti climatici.

I cambiamenti climatici possono produrre importanti impatti anche sulle attività economiche. Nei vasti territori italo-francesi che dipendono dalle risorse idriche del Fiume Roia, essi potrebbero rivelarsi molto importanti e distruggere migliaia di posti di lavoro. Per sviluppare una seria riflessione su questo tema, IISL organizza uno specifico workshop in collaborazione con EURAC Research

Campagna di sensibilizzazione al valore delle risorse idriche della Valle del Roia ed alla loro vulnerabilità ai cambiamenti climatici.

Con questa attività di sensibilizzazione, che sarà realizzata in collaborazione con le società che gestiscono la distribuzione dell’acqua del Fiume Roia, si cercherà di aumentare la consapevolezza sul valore delle risorse idriche,  , che devono essere tutelate e rispettate, e sulla loro vulnerabilità ai cambiamenti climatici.

WP3_1.c

Riordino e digitalizzazione della collezione botanica Bicknell.

Fra la fine dell’88 e gli inizi del ‘900, lo studioso inglese Clarence Bicknell, stabilitosi a Bordighera, ha dato vita a numerose attività culturali e naturalistiche, fra le quali la raccolta e la catalogazione di migliaia di campioni botanici. In occasione del progetto “Concert-Eaux” questa collezione è stata digitalizzata e ne sono stati localizzati geograficamente i luoghi di raccolta nel sistema web-gis realizzato da UNIGE. In questo modo la collezione diviene fruibile da parte degli studiosi e del vasto pubblico, e diviene un’importante testimonianza di un paesaggio e di una natura molto diversi da come sono attualmente.

Rilevamenti topografici, termografici e multispettrali realizzati mediante droni (attività svolta dal DST-UNIFI).

Il DST-UNIFI, Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, collabora con IISL per realizzare periodici rilevamenti  del territorio, utilizzando i potenti e innovativi droni da loro brevettati. Una innovazione tecnologica messa al servizio della migliore conoscenza del fiume.

Ricostruzione paleogeografica e storica sui cambiamenti climatici e gli usi dell’acqua.

Un viaggio nel tempo e nel clima, dall’apice della glaciazione Wurm ad oggi. Da sempre il clima ed i mutamenti climatici hanno condizionato la storia e la preistoria umana. Abbiamo realizzato una carrellata di eventi significativi o curiosi, allo scopo di raccontare come anche in passato il clima sia cambiato più volte e quali conseguenze ciò abbia avuto sui modi di vita umani, con una particolare attenzione alla zona dell’Alto Tirreno e della Costa Azzurra. Un riepilogo che non ha l’ambizione di essere esaustivo, ma solo quella di stimolare l’interesse dei lettori alle correlazioni fra gli impatti dei cambiamenti climatici e l’evoluzione delle società umane.

WP4_1.d

Valutazione analisi socioeconomiche per le strategie di adattamento al climatchange.

Con quali metodi si possono valutare le conseguenze economiche e sociali dei cambiamenti climatici? Questo studio, realizzato in collaborazione con EURAC Research, consente di esaminare e mettere a confronto alcuni degli strumenti disponibili per realizzare valutazioni di questo tipo.